laboratori teatro sociale

I laboratori teatrali promossi dall’associazione sono pensati per intervenire in quei contesti scolastici e extrascolastici che sono spesso caratterizzati dalla presenza di giovani o alunni che vivono un disagio legato alle condizioni economiche o sociali, culturali, fisiche o psicologiche, e che sono spesso vittime di problematiche di tipo comportamentale e relazionale. In tale contesto si rende necessario costruire un gruppo di lavoro (o di gioco che dir si voglia), all’interno di uno spazio tempo separato dalla quotidianità, ponendosi l’obiettivo primario di approfondire e sviluppare competenze espressive legate all’uso del corpo, della voce e della creazione drammaturgica, ma anche quello di sperimentare un modo efficace e propositivo di relazionarsi con gli altri e con l’ambiente circostante In questa prospettiva il laboratorio si costituisce come spazio festivo dell’incontro, della libertà creativa, del “come se” e del gioco, luogo nel quale intervenire sulle ritualità collettive, valorizzando quelle esistenti o andando a crearne di nuove laddove mancano. Questa pratica richiede che il conduttore, la guida teatrale, coniughi ad una forma di coinvolgimento di tipo animativo un’attenta competenza drammaturgica e registica complessiva mentre guida l’esperienza, così da costruire nella festa un rito efficace non solo sul piano della relazione, ma anche del simbolo, dell’immaginazione e dunque della dimensione poetica. I percorsi laboratoriali prevedono nei primi incontri una maggiore attenzione alla conoscenza dei partecipanti, alla creazione di una dimensione di fiducia e di libertà, attraverso esercizi con una caratteristica ludica che riescano a sviluppare l’attenzione e l’intesa di gruppo. Dopo i primi incontri si darà più spazio al training fisico, ovvero all’esplorazione e all’allenamento delle possibilità espressive del corpo individuale, del corpo in relazione e al training corale, ovvero a tutti quegli esercizi che favoriscono l’ascolto creativo dei singoli in gruppo e che presuppongono un buon lavoro sulla fiducia e sull’apertura.

Infine si darà ampio spazio alle proposte di esplorazione dei linguaggi, dei temi, della drammaturgia e della creazione scenica.

Annunci